Associazione Antiracket Antiusura G. Giordano - Fai
Log in

“Il gioco di squadra per vincere la partita della Legalità”. All’Antiracket il Questore incontra gli associati

Un incontro tra i soci della FAI Antiracket Gela, associazione “G. Giordano”, e il questore di Caltanissetta Emanuele Ricifari per fare il punto sulle numerose iniziative condotte nel 2021.

Su tutte l’evento “Note di legalità” dello scorso 22 settembre, insieme al Capo della Polizia Lamberto Giannini: l’eco della manifestazione continua ad essere forte ancora oggi, per quella che è stata l’iniziativa della Polizia di Stato più partecipata degli ultimi due anni. L’incontro di ieri è stato ideato dal presidente della FAI Antiracket di Gela, Renzo Caponetti, per sottolineare ancora una volta l’importanza della collaborazione tra imprenditori, istituzioni e forze di polizia nell’ambito della lotta al racket e all’usura, senza dimenticare corruzione, concussione e induzione indebita.

«Il gioco di squadra è la vera chiave del successo – dice il presidente dell’Antiracket di Gela, Renzo Caponetti – ed è questo il messaggio più importante che vogliamo condividere a chiusura di un anno molto importante per la nostra associazione e la nostra città. Nel corso dell’incontro con il Signor Capo della Polizia, inoltre, abbiamo avuto l’ennesima dimostrazione del senso di appartenenza dei nostri associati alla nostra realtà. È stato un momento storico che ci spingerà a fare sempre di più per vincere la partita della Legalità».

«Il 22 settembre la città di Gela ha dato un segnale chiaro – sostiene il questore di Caltanissetta Emanuele Ricifari –, promuovendo l’immagine del riscatto e di una chiara svolta sociale. Nel teatro all’aperto delle Mura Timoleontee, in un contesto difficile a causa della pandemia, siamo riusciti a creare un evento unico. Forse in pochi ci credevano, ma noi ci siamo riusciti».

Foto incontro questore 2

Foto incontro questore 3

Ultima modifica ilDomenica, 19 Dicembre 2021 09:26

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.