Associazione Antiracket Antiusura G. Giordano - Fai
Log in

Operazione "Horcynus"

Gli uomini della Squadra Mobile di Enna, unitamente a quello della Squadra Mobile di Caltanissetta, hanno eseguito nella decorsa notte nr. 2 ordinanze di custodia cautelare emesse dai Giudici delle indagini preliminari del Tribunale di Caltanissetta, a conclusione di complesse indagini dirette e coordinate dalla Procura della Repubblica – D.D.A. di Caltanissetta, nei confronti dei seguenti soggetti, appartenenti all'associazione a delinquere di stampo mafioso di di Gela.

Operazione "Cerbero"

Durante la notte in Sicilia, Lazio, Lombardia, Umbria e Marche, i Carabinieri del Reparto operativo del Comando provinciale di Caltanissetta, in collaborazione con i Comandi Arma territorialmente competenti, il Nucleo elicotteri e cinofili di Palermo (in esecuzione dell'ordinanza di custodia cautelare emessa dall'Ufficio G.I.P. del Tribunale di Caltanissetta, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia nissena), hanno tratto in arresto ventisette persone, vicine e affiliate alle associazioni di tipo mafioso "Cosa nostra", famiglia Siciliano e "Stidda", famiglia Sanfilippo, attive nel territorio di Mazzarino (CL) ed in Lombardia, nell'area monzese.

Operazione "Tetragona"

Vasta operazione antimafia contro le cosche mafiose di Gela che avevano esteso le proprie attività illecite anche in alcune zone del Nord Italia. La polizia ha infatti eseguito 63 mandati di arresto (27 effettuati nella notte, 36 notificati in carcere) tra Sicilia, Lombardia e Liguria nei confronti di esponenti dei clan Rinzivillo ed Emmanuello.

Operazione "Casa nostra"

L'hanno chiamato così l'ultima incursione della Polizia sul fronte antimafia. Con un arresto eccellente, stavolta. Si tratta di Franco Muncivì (nella foto), 62 anni a luglio, geometra, libero professionista, ex consigliere comunale. Gravi le imputazioni a suo carico: associazione mafiosa e estorsione aggravata. Con lo stesso provvedimento, il Gip del tribunale di Caltanissetta ha richiesto ed ottenuto il sequestro di beni riconducibili al Muncivì, del valore complessivo di oltre un milione di euro.

Operazione "Aeolum"

Operazione antiracket della squadra mobile e del commissariato di polizia, durante la notte, a Gela e in altre tre province italiane. Otto gli arrestati per estorsione aggravata, facenti parte delle famiglie mafiose gelesi di ''Stidda'' e ''Cosa nostra''. Le ordinanze di custodia cautelare in carcere sono state emesse dal gip di Caltanissetta, Carlo Ottone De Marchi, su richiesta della Dda nissena.

Operazione "Supernova"

Resi noti i dettagli dell'operazione «Supernova» compiuta dagli agenti della squadra mobile di Caltanissetta, in collaborazione con i colleghi del Commissariato di Gela durante la notte scorsa. A conclusione di articolate indagini coordinate dalla Procura della Repubblica – D.D.A. di Caltanissetta, personale della Sezione criminalità organizzata della Squadra Mobile di Caltanissetta e del Commissariato PS di Gela,

Operazione "Leonina societas"

A conclusione di complesse indagini dirette e coordinate dalla Procura della Repubblica – D.D.A. di Caltanissetta, (Procuratore dr. Sergio Lari, proc. Agg. Dr. Domenico Gozzo, sost,. Proc. Dr. Gabriele Paci) personale della Squadra Mobile di Caltanissetta, Sezione criminalità organizzata, e del Commissariato PS di Gela ha eseguito questa mattina nr. 7 ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Gip del Tribunale di Caltanissetta dr. Giombattista Tona

Operazione "Compendium"

Nelle prime ore del 15.12.2009, personale della Squadra Mobile di Caltanissetta e del Commissariato di P.S. di Gela, con il concorso di quello delle Squadre Mobili di Genova, Firenze, Parma, Brescia, Reggio Emilia Pordenone, Trapani, Agrigento, e del Commissariato Ps di Niscemi, a conclusione di complesse indagini, ha eseguito nr. 41 Ordinanze di Custodia Cautelare in Carcere, emesse dal G.I.P. del Tribunale di Caltanissetta dr. Giovanbattista Tona, su richiesta della Procura della Repubblica - D.D.A. di Caltanissetta.

Operazione "Atena"

Scoperta dalla guardia di finanza una mega truffa tra Sicilia e Calabria: oltre 200 denunce, coinvolti dirigenti e professori, sequestrati 12 istituti scolastici nelle due regioni. Studenti di tutta Italia pagavano dai 3 ai 5 mila euro per un attestato.

Operazione "Ob torto collo"

Pagava il pizzo da 12 anni al clan mafioso dei Madonia fino a quando ha trovato il coraggio di denunciare il tutto alla polizia e ha fatto arrestare i mandanti e gli esattori dell'organizzazione.

Sei persone sono state arrestate questa notte dalla squadra mobile di Caltanissetta e dagli agenti del commissariato di Gela nell'operazione ''Obtorto collo'' con l'accusa per tutti di associazione mafiosa finalizzata alle estorsioni.

Sottocategorie