Associazione Antiracket Antiusura G. Giordano - Fai
Log in

Operazione "Redivivi"

Operazione "Redivivi" Operazione "Redivivi"

Con la presente mi pregio di comunicare che in data odierna, grazie alle denunce di alcuni imprenditori, da me individualmente accompagnati alla denuncia, le Autorità di Polizia hanno dato esecuzione a ben 22 ordinanza di custodia cautelare di numerosi soggetti appartenenti a famiglie di spicco delle consorterie mafiose di Gela.

Preziosissima anche in questa attività è stata la sinergia che si è instaurata con la Squadra Mobile di Caltanissetta, la DDA ed il locale Commissariato di Gela.

Uno straordinario impegno sinergico delle Istituzioni con cui è stato ancora una volta messo a segno - in tempi peraltro assai celeri in relazione alla portata dell’operazione - un altro duro colpo nei confronti delle cosche mafiose, con cui si è liberato un intero territorio (l’hinterland agricolo del gelese), fino a ieri gravemente oppresso dall’imposizione di un odioso sistema prettamente mafioso.

Per tutti i dettagli, allego alla presente la nota di segnalazione della Questura di Caltanissetta - Commissariato di P.S. di Gela, recante data odierna, in cui è espressamente dichiarato che “Prezioso il contributo dell'Associazione Antiracket di Gela e del suo presidente Renzo Caponetti che è riuscito ad infondere negli imprenditori il coraggio di denunciare e la fiducia nelle Istituzioni e a cui va il personale ringraziamento del Questore Bruno Megale, del dirigente della Squadra Mobile Marzia Giustolisi e del dirigente del commissariato di Gela, Francesco Marino.”.

Allego altresì altre 4 foto relative all’operazione.

Cordialità

Il Presidente
Renzo Caponetti

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.